La Ricetta

Cosa ci hanno insegnato le nostre nonne

Ad amare il gusto di casa nostra. A far le cose fatte bene. A condividere con gli altri il nostro patrimonio.

A Treviso non si chiede una teglia di Tiramisù, ma una "vantiera" o " na fetina del Tiramisù". Treviso e Tiramisù sono indissolubili e vivono di questo dolce che ha il gusto dello stare insieme e delle cose fatte con amore. Per questo denominiamo le nostre porzioni in dialetto trevigiano, per farVi vivere l'emozione di casa nostra ancor prima che assaggiate il nostro Tiramisù

Treviso ha un patrimonio culinario di cibi poveri e nutrienti e una ricchissima cultura agricola: il Tiramisù è l’esempio perfetto di questa tradizione perché è semplice da fare, dà molta energia ed è buono! Scegliamo in modo rigoroso solamente fornitori locali per preservare la provenienza di questi sapori originali e mantenere l’equilibrio dei sapori. Solo così quando assaggerete il nostro Tiramisù Vi ricorderete del sapore di casa e delle cose buone della nonna.

La tradizione
Trevigiana

Ricetta tradizionale e originaria di Treviso dell'Accademia del Tiramisù

INGREDIENTI E DOSI

(PER 8 PERSONE)

  • 6 tuorli
  • 250 g di zucchero
  • 500 g di mascarpone
  • 40 savoiardi caffè,
  • cacao in polvere

 

PREPARAZIONE


  • Preparare il caffè e lasciarlo raffreddare in una ciotola.
  • Montare a spuma i sei tuorli con lo zucchero, incorporarvi il mascarpone, ottenendo così una crema morbida.
  • Bagnare venti savoiardi con il caffè facendo attenzione a non inzupparli troppo e disporli in fila al centro di un piatto circolare.
  • Spalmare sui savoiardi metà della crema e poi sovrapporre un altro strato di venti savoiardi bagnati col caffè.
  • Spalmare poi la superficie con la rimanente crema di mascarpone.
  • Ricoprire la crema con il cacao in polvere setacciato.
  • Passare in frigo sino al momento di servire.